TRX Training TRX Bands TRX Suspension Bands trx suspension training TRX Suspension Training PRO Kit TRX FORCE Kit Tactical TRX Trainer TRX Suspension Band TRX Suspension Trainer

Il viaggio da SLC a Moab è andato come sempre bene. Prima di raggiungere il motel (6, ovviamente) abbiamo fatto una fermata al Goblin Valley state park che ha impressionato positivamente sia me che Filippo per le sue strane formazioni a forma di… Goblin? A noi sembravano altre forme… e non per forza funghi. Ad ogni modo abbiamo passato un paio d’ore in questo piccolo parco, che merita sicuramente una visita.

Goblin Valley

In serata siamo andati al ristorante Pasta Jay’s che ci ha attirati più che altro per l’affollamento. Abbiamo mangiato abbastanza bene (Filippo un tris di pasta e io una pizza, meno buona che a Salt Lake però) e bevuto un bicchiere di un vino rosso dello Utah (non ricordo il nome), peccato che le cameriere erano particolarmente stressate.
Prima di tornare in hotel abbiamo fatto una perlustrazione del parco successivo: Arches, dalle ombre abbiamo intuito che ci aspettava un grande paesaggio, ma ormai di notte, con temporale in arrivo, questo parco non mostra molto di sé.

Infatti il giorno successivo, dal primo momento in cui siamo entrati in contatto con il paesaggio, siamo rimasti letteralmente a bocca aperta. Per sfruttare al massimo la luce e la posizione del sole decidiamo di dirigerci subito alla parte più a nord.
Qua iniziamo quello che ancora non sappiamo essere il peggiore (dal lato fisico) trekking delle vacanze. Ci sono due percorsi possibili: uno a sinistra classificato come normale e uno sulla destra con nome inquietante: primitive trial. Prendiamo quello a sinistra che porta a diversi archi stupendi (e anche ad un inutile Navajo Arch che guarda sulla parete), giunti al Double O Arch decidiamo di compiere il loop e non tornare dallo stesso sentiero. A livello paesaggistico e anche personale è stata sicuramente un’ottima scelta, purtroppo più volte non abbiamo trovato subito il sentiero da percorrere (segnato di tanto in tanto con dei sassi sovrapposti) e il temporale del giorno prima ha creato uno stagno poco attraente e abbiamo quindi dovuto arrampicarci su una parete per girarci intorno. Nulla di impossibile, ma…

Landscape Arch Double O Arch

Ad ogni modo abbiamo finito il trekking sani e salvi, dopo ben 7.2 miglia (più varie deviazioni per archi fuori percorso), ovvero una dozzina di chilometri.
Tornando in direzione del visitor center ci siamo fermati alla Balanced Rock, che come dice il nome stesso è un sassone in bilico… se siete mai stati a Gardaland avrete sicuramente visto la copia in miniatura che vi ‘cade’ sulla testa 😉

Balanced Rock

Dopo una breve pausa e ricarica d’acqua siamo andati verso il secondo trekking della giornata: il Delicate Arch (il più famoso).
Durante la salita (un paio di km) siamo stati rinfrescati da un po’ di pioggia (il vero temporale ci ha praticamente girato intorno), aiutandoci ad arrivare in cima in poco più di mezz’ora.
Lo spettacolo ci ha ricompensati di tutte le fatiche, tanto più che abbiamo aspettato il tramonto per goderci uno dei momenti migliori del nostro viaggio.

Sunset at Delicate Arch

Scendendo abbiamo anche aiutato una mamma con due bimbi che non riuscivano più a tornare al posteggio (il papà era salito e ridisceso più velocemente.. bah!?).
Dopo una più che meritata doccia siamo tornati al ristorante della sera prima, anche perché l’unico aperto fino a tardi, dove ci ha accolti nuovamente la cameriera Angela, ma essendo tra i pochi clienti rimasti ci ha trattati benissimo, si è scusata per la sera precedente e ci ha pure dato porzione doppia del dessert (tiramisù, molto buono tra l’altro). Io ho mangiato pasta al pesto (mi mancava un bel piatto di pasta!!) e Filippo una specialità del locale a base di pollo, pomodoro, peperoni, formaggio, …

Con la pancia bella piena e il morale alle stelle per la stupenda giornata e serata, siamo tornati a dormire, preparandoci per una una nuova avventura.



Written on August 3rd 2010 by  
Category: Utah 
Tags: , , , ,  

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

 

Hosted by Pixelized.ch Sagl - Background photo by Marco Cortesi.
Powered by WordPress - Theme Adventure by Eric Schwarz.

West USA 2010

Travel around west USA